SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI SUPERIORI AI 29.90€

placca batterica come eliminarla
Tabella dei Contenuti

Vuoi eliminare la fastidiosa placca batterica che si forma sui denti? Ecco per te una guida per riconoscere i sintomi e scoprire come liberartene definitivamente.

Placca batterica: come eliminarla prima della formazione di tartaro

La placca batterica è una sostanza opalescente ed appiccicosa che si forma sulla superficie dentale e che se non rimossa si trasforma in tartaro.

La placca si presenta come una patina asettica e trasparente formata da sostanze idrofobe, macromolecole, batteri, zuccheri e carboidrati.

La moltiplicazione dei batteri ispessisce la pacca ed attacca tutte le sostanze con cui viene a contatto, comportando una perdita di compattezza dello smalto che è sempre più friabile e meno protettivo verso gli strati sottostanti del dente.

In particolare gli zuccheri sono l’habitat perfetto per la proliferazione batterica, che diventa molto dannosa per la bocca sfociando in infiammazioni delle gengive, in parodontiti, fino alla caduta dei denti.

La formazione di placca è quindi l’agglomerarsi di batteri e residui di cibo e può essere eliminata con lo spazzolino, il filo interdentale e con il collutorio.

Con una corretta igiene orale rimuovere la placca è molto facile, quindi è sempre consigliato lavarsi i denti dopo ogni pasto per prevenire la comparsa del tartaro.

Infatti, dopo sole 8 ore la placca subisce un processo di mineralizzazione che comporta la formazione di tartaro, una sostanza molto più dura e resistente che non si rimuove con il normale spazzolamento ma solo con un trattamento di igiene orale professionale.

Sintomi della placca dentale

I sintomi della placca dentale non sono da trascurare per mantenere in buona salute il cavo orale. Sottoporsi a visite periodiche di controllo dal dentista è la migliore soluzione per prevenire numerose patologie dentali.

I principali sintomi e manifestazioni della placca dentale sono:

  • Macchie dentali
  • Denti ingialliti
  • Presenza di tartaro
  • Gengiviti
  • Paradontiti
  • Formazione di carie
  • Alitosi

Le macchie dentali sono i sintomi più comuni della placca dentale, facilmente riconoscibili perché comportano l’ingiallimento dentale.

Il tartaro come già visto è il risultato della calcificazione e mineralizzazione della placca dentale che è molto resistente e difficile da rimuovere.

Le gengiviti ricondotte alla placca batterica devono essere subito curate perché degenerano facilmente in parodontiti anche gravi, con la conseguente perdita di uno o più denti.

Gli zuccheri e le sostanze acide causano irritazione ed infiammazione del tessuto gengivale con il conseguente sanguinamento caratteristico.

L’accumulo di placca inoltre contribuisce allo sviluppo di carie che danneggiano la polpa dei denti, alla recessione gengivale, ed alla formazione di tasche gengivali.

L’alitosi non è sintomatica solo della presenza di placca batterica, ma se si ha una forte sensazione di amaro in bocca è importante rivolgersi subito al proprio dentista di fiducia.

Una scarsa igiene orale e la conseguente proliferazione di batteri sono quindi la causa principale di placca batterica e di tutti i suoi sintomi e manifestazioni.

Come prevenire la placca batterica?

Un’ottima igiene orale e la prevenzione sono armi vincenti contro la placca batterica.

Lavarsi in modo accurato i denti almeno 3 volte al giorno, dopo ogni pasto, previene notevolmente la placca dentale.

Lo spazzolino va però cambiato in modo periodico e deve essere utilizzato con un’inclinazione di 45 gradi, effettuando movimenti verticali unidirezionali partendo dal bordo della gengiva.

Al termine dei movimenti bisogna pulire anche la superficie della lingua perché su di essa si annidano batteri che riducono l’efficacia della pulizia dentale.

L’utilizzo del filo interdentale rimuove efficacemente la placca nei punti più difficili da raggiungere per lo spazzolino da denti.

Abbinare un collutorio antiplacca può svolgere una funzione d’ausilio all’igiene orale, che però non deve sostituire lo spazzolamento.

Alcuni punti della bocca però sono difficili da raggiungere con l’igiene orale effettuata a casa nel quotidiano, quindi per rimuovere completamente la placca ed il tartaro è necessario fare dei controlli periodici ogni 6-12 mesi da un dentista, che con strumenti manuali ed ultrasuoni rimuove ogni traccia di placca batterica.

Forhans sa come aiutarti con la placca batterica e come eliminarla con prodotti specifici studiati per la salute di tutto il cavo orale.

Per eliminare la placca batterica scegli Forhans, se necessiti di maggiori informazioni sui nostri prodotti visita il nostro sito web dedicato o chiamaci allo 0687201556.

In Evidenza
Potrebbe piacerti